LA GIORNATA MONDIALE DELLE API, LA SPECIE CHE CI GARANTISCE IL FUTURO

VISITE 288 visite totali, OGGI 1 visite oggi

L’ONU ha proclamato per la giornata del  20 maggio il momento celebrativo per le api, fondamentali per la sicurezza alimentare e per il futuro del Pianeta.
Per l’occasione della terza Giornata Mondiale delle Api, la FAO ha organizzato una cerimonia virtuale in collaborazione con l’Accademia Cinese delle Scienze Agrarie (CAAS), la Rappresentante Permanente della Slovenia e Apimondia. 
La moria di questi insetti e la scarsa produzione di miele, trend consolidato negli anni,  rappresentano , purtroppo, un cattivo viatico per il nostro futuro. La pandemia da COVID-19 ha avuto, poi, conseguenze pesanti sul settore dell’apicoltura: la produzione, il mercato ed i mezzi di sussistenza stessi degli apicoltori. 
Le api sono fondamentali per l’impollinazione di moltissime specie. Secondo dati FAO (Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura delle Nazioni Unite) la popolazione delle api e degli impollinatori si è ridotta ad oggi di oltre il 30% , per cui molte delle nostre varietà alimentari sono a rischio. La conseguenza? Che potremmo non trovare più molti cibi  sulle nostre tavole.
E’ indispensabile giungere ad una coscienza collettiva , in modo da sensibilizzare cittadini ed istituzioni verso un ambiente in cui le api permettono un costante e periodico rifiorire , attraverso le impollinazioni, di fiori, frutti e biodiversità, garantendo un equilibrio naturale. Qualora ciò non dovesse più accadere, non è dato di immaginare a quali catastrofi alimentari andremmo incontro. Per questa stessa ragione è urgente anche sensibilizzare le aziende ad abbandonare l’uso di pesticidi e di fertilizzanti. Non vogliamo scomodare la  “famosa” predizione di Einstein sulle api: “Se un giorno le api dovessero scomparire, all’uomo resterebbero soltanto quattro anni di vita”. Niente più api, niente più impollinazione, niente più frutta e vegetali, con conseguente spirale devastante. Ma , anche se la frase di Einstein, non è mai stata confermata, vogliamo davvero mettere alla prova il ragionamento sottostante , quello si, plausibile?

donato fioriti
Vice Pres. Naz. Vicario Unaga (FNSI)
I giornalisti agro alimentari ed ambientali della Federazione Nazionale della Stampa